Hai la necessità di creare un sito web o di sviluppare un tuo progetto online e non sai se usare wordpress o scegliere una soluzione ad hoc?
Proviamo insieme a fare il punto della situazione, e cerchiamo di capire se conviene creare un sito in wordpress oppure creare un sito ad hoc.

Quando si tratta di cominciare il proprio progetto web ci si trova ad affrontare sin da subito un grande dubbio: come faccio il sito? Conviene usare un CMS open source come WordPress, già pronto ed indubbiamente più veloce da impostare, verosimilmente “bug free” (ribadisco, VEROSIMILMENTE), oppure è meglio scegliere una soluzione “custom”, ovvero un CMS “ad hoc” realizzato usando linguaggi di programmazione come PHP o ASP, che si può adattare perfettamente alle mie necessità ma che è tutta da fare e da testare?

Sono domande importanti a cui trovare risposta prima di gettarsi in questa avventura perché, una volta che si è iniziata a percorrere la strada, se ci si accorge di aver sbagliato è difficile tornare indietro senza danni e, anche se ciò fosse ancora possibile, in ogni bisogna assumersi i costi dell’errore (e dei ritardi nelle tempistiche).

In questo articolo daremo una risposta a queste domande, esplicheremo i vantaggi e gli svantaggi di ognuna delle due soluzioni e trarremo delle conclusioni per cercare di capire quando una scelta può essere meglio dell’altra.

Vantaggi di un sito sviluppato con WordPress

WordPress ha indubbiamente tutta una serie di vantaggi e punti di forza che gli permettono di adattarsi alla maggior parte dei progetti web e con i quali riesce ad essere, grazie anche ai plugin che la comunità di sviluppatori mette a disposizione, davvero “di ampio respiro”.

E’ una soluzione relativamente economica

WordPress è disponibile gratuitamente per tutti, basta semplicemente scaricarlo ed installarlo su un proprio spazio web.

Per chi non volesse spendere neanche il denaro di un hosting low cost (parliamo di poche decine di euro all’anno), l’alternativa potrebbe essere quella di scegliere uno spazio web gratuito, ce ne sono diversi che offrono uno spazio web gratuito (attenzione al fatto che in questo caso l’indirizzo è nella versione urlscelto . dominio . com).

pannello di controllo semplice ed intuitivo

WordPress è gestito attraverso un pannello di controllo assolutamente intuitivo, personalizzabile sotto diversi punti di vista grazie a tutta una serie di plugin appositamente pensati e realizzati.

L’interfaccia dell’area di amministrazione consente agilmente di scrivere nuovi articoli, modificare quelli già pubblicati, caricare media (immagini e video) e tanto altro.

E’ disponibile in più lingue

Se avete in mente di realizzare un progetto internazionale, WordPress è una soluzione già pronta. Il CMS è realizzato in svariate lingue, dall’inglese al francese passato per l’italiano e lo spagnolo, ma anche russo e cinese sono disponibili, ad esempio.

La localizzazione riguarda sia l’amministrazione (eccellente se siete a capo di una redazione internazionale) che la parte di “front office” (ovvero il sito che vedono gli utenti).

La cosa bella è che la maggior parte dei temi e dei plugin più usati è già predisposta per le traduzioni, nel caso contrario è davvero semplice poterlo fare autonomamente.

i dà accesso a diversi temi e plugin WordPress che puoi usare subito.

WordPress è altamente personalizzabile sia dal punto di vista grafico che funzionale, rispettivamente temi e plugin.

Sulla repository ufficiale del CMS potete trovare temi distinti in categorie, organizzati per colori, per numero di colonne e per funzionalità già integrate.

Per quanto riguarda i plugin è possibile scegliere tra un numero praticamente infinito, da quelli che permettono di migliorare l’aspetto SEO del proprio sito fino alla velocità e alla cache, ma anche quelli che facilitano la gestione multilingua, che proteggono da tentativi di accesso non desiderati e dallo spam. Qui la directory ufficiale.

Piattaforma sempre aggiornata

La comunità che sviluppa WordPress è costantemente al lavoro per aggiornare il CMS secondo gli ultimi standard di sicurezza e velocità. L’obiettivo è quello di offrire il miglior CMS open source sul mercato ed è anche per questo che oggi questa è una delle scelte più fatte dai webmaster di tutto il mondo.

Codice personalizzabile

Essendo un CMS open source, con le giuste capacità e sapendo dove mettere le mani, è possibile personalizzare il codice come meglio si preferisce.

Se è piuttosto semplice fare modifiche su temi e plugin, diventa particolarmente complesso sul codice core (il motore del CMS).

Avvertenza: se non sapete cosa fare, non azzardate, rischiereste di mettere a serio rischio la vostra installazione di WordPress e di aprire (o per meglio dire, spalancare) le porte del vostro sito ai malintenzionati.

Svantaggi di un sito sviluppato con WordPress

Come ogni cosa, anche WordPress ha i suoi svantaggi, anche se ad onor del vero bisogna dire che nella maggior parte dei casi, con le giuste configurazioni, le dovute accortezze ed una scelta sapiente dei plugin, esse si possono superare.

Poca flessibilità per le personalizzazioni di alto livello

Se si avesse bisogno di una personalizzazione estrema, una funzione così particolare da non essere prevista in nessuno dei plugin presenti, WordPress potrebbe non essere la risposta (a meno di programmare un plugin ad hoc).

E’ vero che ci sono tanti plugin che coprono la maggior parte delle funzioni, ma sicuramente per delle personalizzazioni estreme una soluzione “custom” è più adatta e semplice da gestire nel medio/lungo periodo.

Sicurezza

WordPress non è certamente la soluzione più adatta da un punto di vista della sicurezza, ma non è una debolezza di questo CMS in sé, quanto proprio dei CMS open source in generale.

Essendo molto diffuso, ed essendo il codice disponibile a chiunque è ovviamente più soggetto ad attacchi da parte di malintenzionati che cercano di sfruttarne le falle al fine di pubblicare contenuti spam o malware di vario genere.

Un CMS custom, dal canto suo, essendo realizzato “ad hoc” è praticamente protetto da questo genere di attacchi (quanto meno il codice non è alla mercé di tutti), ciò non vuol dire che è assolutamente  incolume da hackeraggi ma sicuramente, se sviluppato con criteri di sicurezza adeguati, diventa uno strumento di lavoro sicuro.

Esistono poi varie metodologie che consentono di rendere WordPress più sicuro, uno dei metodi più semplici da sfruttare è l’utilizzo di plugin come Wordfence. Oltre a questo, semplicemente facendo una serie di scelte dettate dal buon senso e dall’esperienza ci si può mettere al riparo da tante situazioni spiacevoli:

  • evitare di dare all’utente admin di default permessi amministrativi
  • usare username e password complesse;

  • modificare il percorso di accesso all’amministrazione (invece di wp-admin scegliete qualche cosa di più fantasioso);

  • non usare mai il prefisso di default “wp_” per le tabelle del database ma personalizzatelo al massimo

ed altre tecniche che non sto qui ad elencare in quanto l’argomento richiederebbe la scrittura di articoli separati.

In generale, cercate di rendere WordPress, per quanto possibile, il meno standard possibile.

Vantaggi di un sito custom

Sviluppare un sito web con un sito custom è una soluzione che si adatta perfettamente ad ogni situazione, è senza fronzoli perché permette di andare dritto al sodo senza la necessità di avere funzioni che non vengono usate permettendo così un notevole risparmio in termini di pesantezza del sito (a patto di saper programmare bene).

Massima personalizzazione: È possibile sviluppare i tuoi siti web con le tue specifiche esatte che aiutano a migliorare la tua attività.

La personalizzazione è indubbiamente il più grande punto di forza di una soluzione CMS custom, realizzata in PHP o in ASP che si preferisca.

La programmazione di un sito web fatta partendo da zero, usando script realizzati appositamente e ottimizzati per le proprie necessità, è sicuramente ideale per ogni progetto, dal più piccolo al più grande, proprio in virtù della capacità di personalizzazione che si ha.

Nessuna funzione viene preclusa, tutto si può fare nella maniera migliore e più efficiente possibile.

Possibilità di integrazione con progetti già esistenti

La programmazione custom si può tranquillamente integrare all’interno di progetti già esistenti, in ogni modo essi siano fatti.

Questo vantaggio rientra tra quelli legati alla personalizzazione. E’ da dire, però, che non è facile procedere in questa maniera e che bisogna lavorare con un professionista capace.

Più adatto a progetti grandi e complessi

Un CMS custom può essere personalizzato anche per adattarsi a progetti web grandi e complessi. Benché WordPress sia molto cresciuto dai tempi in cui era quasi esclusivamente una piattaforma per blog e oggi permetta di creare anche forum, e-commerce e portali web, rimane comunque un CMS che deve adattarsi alla maggior parte delle situazioni, e la media dei webmaster non ha certo le capacità di sviluppare progetti internazionali o di grandissimo respiro.

Ecco che in questi casi un CMS custom può rispondere meglio a qualunque necessità che la grandezza (attuale e futura) di un progetto web richiede.

Sicurezza

Al contrario di WordPress, un sito custom è davvero molto sicuro. Basti pensare che la maggior parte degli attacchi che subiscono i CMS in generale sono lanciati tramite script automatici, che puntano a colpire la massa.

Ecco che già il fatto di avere un CMS “ad hoc”, in cui il sistema di login all’amministrazione viene programmato in maniera differente da quello di WordPress e degli altri Content Management System, mette al riparo da attacchi di questo genere perché sarebbero troppo dispendiosi, per il malintenzionato, da un punto di vista del rapporto costi / benefici potenziali.

Svantaggi di un sito custom

Se i vantaggi che abbiamo visto fino ad ora sono davvero non indifferenti, bisogna considerare che un sito custom ha degli svantaggi che lo rendono una scelta semplicemente impraticabile per tanti.

E’ una soluzione relativamente costosa

Se WordPress è gratuito, un CMS custom ha dei costi non indifferenti. E’ difficile dare una stima senza conoscere nell’esattezza un progetto, ma bisogna mettere a budget da 3.000,00 € in su, senza limite massimo, dipendentemente dal progetto.

La spesa finale dipende da quello che si vuole realizzare, dal programmatore che lavora al progetto, dal linguaggio usato, ecc.

Se non si vuole spendere denaro per uno sviluppatore o un’agenzia, ma si desidera comunque avere un CMS personalizzato, bisogna iniziare a pensare di imparare a sviluppare da sé, e questo ci porta allo svantaggio successivo.

La conoscenza richiede tempo

Per diventare un programmatore abile a sufficienza da poter sviluppare un CMS partendo da zero, per quanto semplice esso possa essere, sono richiesti anni di esperienza.

Non è semplice conoscere tutti i concetti basilari della programmazione, figuriamoci quelli più avanzati che in alcuni casi sono richiesti: classi, cicli, funzioni, ottimizzazioni e così via.

Tempistiche di sviluppo

Sviluppare un CMS custom richiede tempo, a volte anche molto. Se un’installazione di WordPress la si può fare in pochi minuti e si è già pronti a personalizzare il proprio sito e a realizzare contenuti, creare un CMS “ad hoc” può richiedere settimane o mesi di lavoro.

Cambio programmatore

Ogni programmatore è diverso dagli altri, ognuno ha il proprio stile di sviluppo e lavora secondo dei propri canoni, è vero che ci sono delle linee guida standard che ogni buon programmatore dovrebbe utilizzare per rendere il proprio progetto facilmente interpretabile e leggibile dai colleghi.
Per esperienza personale però posso dire che difficilmente questi standard vengono usati dall’inizio alla fine di un progetto, questo avviene principalmente a causa di una non completa analisi iniziale (non sempre dovuta al programmatore) o emergenze/aggiunte/tagli in corso d’opera.

Detto questo, se si fa sviluppare il sito web da un programmatore o da un’agenzia e, nel corso del tempo, si vuole cambiare partner (per qualunque motivo) potrebbe essere difficile trovarne uno adatto.

Il nuovo “alleato” dovrebbe entrare nelle modalità di programmazione del vecchio partner e adattare in qualche modo il proprio stile di lavoro a quanto già fatto, cosa non sempre facile.

Conclusione, WordPress vs sito custom

Diciamo che ogni progetto web è una storia a sé stante e, di conseguenza, sono diverse le soluzioni che bisognerebbe adottare.
La cosa migliore da fare è quella di fare un’analisi approfondita delle proprie necessità prendendo così in considerazione tutte le eventuali varibili che possoono esistere. Solo a quel punto sarà possibile capire se è più conveniente utilizzare un cms, quale cms utilizzare oppure sviluppare un progetto da zero.

In linea di massima possiamo dire che WordPress è adatto alla maggior parte delle situazioni, sono davvero pochi i siti web che potrebbero necessitare strettamente di una soluzione custom, ed anche in questo caso, considerando sia i costi cui si va incontro che le tempistiche necessarie per poter iniziare ad operare (a cui occorre sommare i tempi fondamentali affinché il proprio progetto web inizi a rendere e guadagnare), quest’ultima scelta è consigliata solo se davvero non esiste un modo per poterlo fare con un CMS open source come WordPress/Drupal/Prestashop ecc…

Se hai bisogno di capire qual’è il metodo di sviluppo più adatto alle tue esigenze contattami direttamente tramite la chat, oppure scrivimi utilizzando il modulo di contatto che trovi qui, sarò lieto di darti il mio parere.

WordPress VS Sito personalizzato (creato da zero) ultima modifica: 2018-11-28T20:02:37+00:00 da Antonio Scherillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =